AUSER E TUTTO IL PAESE DI CAVRIAGO REALIZZANO UN ALBERO DI NATALE SOLIDALE

AUSER E TUTTO IL PAESE DI CAVRIAGO REALIZZANO UN ALBERO DI NATALE SOLIDALE

Un filo che unisce… tutto il paese. Un filo che collega associazioni di volontariato, fra cui Auser, la Casa protetta, le signore che si trovano a fare la maglia al Multiplo e in parrocchia, gli artigiani, i commercianti, i bambini e le insegnanti delle scuole di Cavriago. Tutti insieme si stanno mobilitando per realizzare, all’uncinetto, un albero gigante da posizionare in piazza il prossimo Natale. Sulla scia del successo dell’albero di Trivento, in Molise (vedi foto), realizzato dalle associazioni locali e dalle donne del paese, le atelieriste e animatrici della Casa Protetta di Cavriago (in gestione ad Asp Carlo Sartori), Maria Rosaria Coppola ed Elisa Ganapini insieme a Federica Merli del gruppo “Gomitoline”, hanno pensato di proporre di ripetere la bellissima esperienza anche a Cavriago. Così il passa parola ha raccolto diverse adesioni, che di giorno in giorno stanno crescendo sempre più. Hanno già dato la loro disponibilità le signore e i signori dell’Auser-Buca dei Mestieri, il gruppo Maglia a Catenelle, il gruppo che “sferruzza” in parrocchia, le ospiti e le operatrici della Casa Protetta, l’associazione Noi con Voi, le insegnanti e la dirigente della scuola primaria, la Croce Rossa, il negozio Unimarket che mette a disposizione la lana e tanti altri. Ma la catena della solidarietà sta crescendo di giorno in giorno e chiunque abbia voglia di aderire, aiutare e sostenere il progetto, è il benvenuto. La tecnica è quella del “granny square”, di fatto i “quadratini della nonna” all’uncinetto. I quadratini più o meno grandi, sono come “mattonelle” che si assembleranno per diventare un albero patchwork da posizionare sopra a una struttura in legno. Così chi vuole può...
AUSER BIBBIANO INAUGURA IL FILOS “FERMATA CAFFÈ”

AUSER BIBBIANO INAUGURA IL FILOS “FERMATA CAFFÈ”

A Bibbiano inaugura la Multistation e Auser attiva il nuovo Filos “Fermata Caffè”. L’appuntamento è fissato per ogni lunedì dalle 15 alle 17 presso gli spazi della rinnovata stazione ferroviaria di Bibbiano (Via Roma). Si giocherà a carte, a tombola e si faranno molte altre attività. Il tutto con l’obiettivo di stare insieme, conoscersi e socializzare. Per maggiori informazioni: 370 3577074,...
AUSER ADERISCE A ‘ONE BILLION RISING’

AUSER ADERISCE A ‘ONE BILLION RISING’

AUSER Provinciale Reggio Emilia, così come AUSER Nazionale, aderisce al flash mob contro la violenza sulle donne “One Billion Rising“.  Considerata ormai dal 2013 un punto di riferimento nella battaglia contro la violenza su donne e bambine, One Billion Rising torna anche quest’anno con un’azione planetaria per ribadire la convinzione che, con dedizione organizzata e passione condivisa, si può sfidare il sistema e rivendicare il diritto delle donne a decidere in pieno della propria vita. Dopo l’adesione alla grande mobilitazione nazionale del 10 novembre contro il Disegno di legge Pillon su separazione e affido, One Billion Rising 2019 è centrato sull’idea della Libertà delle donne e culminerà negli eventi previsti fra il 14 e il 17 febbraio, coinvolgendo più di cinquanta città in Italia (dato in continuo aggiornamento) un miliardo di persone in tutto il mondo. È un’occasione straordinaria per celebrare in modo gioioso, irriverente e libero, la volontà di fermare ogni forma di abuso sulle donne, ma anche ogni violenza commessa sistematicamente in ambito economico, politico, socio-culturale, ambientale e intellettuale. Come ogni anno, quindi, il giorno di San Valentino si trasformerà in una vera festa d’amore, una festa di rispetto profondo verso gli altri. L’appuntamento a Roma, sarà il 16 febbraio dalle ore 16.00 in Piazza San Silvestro, con il patrocinio del Municipio Roma I Centro e in collaborazione con la Ong Differenza Donna. Tra le adesioni alla campagna 2019, oltre ad Auser, ci sono Amnesty International, AMREF, Assist Associazione Nazionale Atlete, Centro antiviolenza Nondasola di Reggio Emilia, Casa Internazionale delle Donne Roma, CGIL, Differenza Donna ONG, DI.RE., EMERGENCY, Gi.u.li.a, Rebel Network, Se Non Ora Quando Factory, Women...
AUSER ALLA SCOPERTA DI MATERA

AUSER ALLA SCOPERTA DI MATERA

“Delle città dove sono stato, Matera è quella che mi sorride       di più, quella che vedo meglio ancora, attraverso un velo         di poesia e di malinconia.”                                                                                                                     (Giovanni Pascoli) Da venerdì 8 novembre a domenica 10 novembre e da venerdì 13 dicembre a domenica 15 dicembre Auser sarà in visita a Matera. Due fine settimana immersi nella Capitale della Cultura 2019 fra arte rupestre e natura. Oltre a Matera, inoltre, i partecipanti visiteranno i suggestivi borghi pugliesi di Altamura a Trani. L’iniziativa rientra all’interno della rassegna culturale Auser “Più vita agli anni”. Il viaggio è riservato ai soci Auser, agli iscritti Spi-Cgil e a quelli di Federconsumatori. È possibile tesserarsi presso il Centro Auser di residenza: clicca qui per vedere i contatti di tutte le sedi...
2032: IDEE PER LA LONGEVITÀ Auser, Spi-Cgil e Federconsumatori si interrogano sul futuro del nostro territorio

2032: IDEE PER LA LONGEVITÀ Auser, Spi-Cgil e Federconsumatori si interrogano sul futuro del nostro territorio

Come sarà l’Italia e come si presenterà il nostro territorio nel 2032? Da questa domanda prende le mosse il convegno “2032: idee per la longevità” in programma per martedì 5 febbraio, dalle 9.30 alle 13, presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia. L’iniziativa, che trae origine dal libro omonimo, è organizzata e promossa da Auser, Spi-Cgil e Federconsumatori. La pubblicazione “2032: Idee per la longevità”, realizzata da Auser Emilia-Romagna e Spi-Cgil, con il patrocinio della Regione, è una raccolta di brevi saggi che riguardano il tema dell’invecchiamento della popolazione dovuto ai migliori stili di vita e a una medicina più efficace. Un invecchiamento, tuttavia, che non deve essere vissuto come problema ma come opportunità che apre nuovi scenari di vita collettiva. «Nel 2032 avremo, in tante e in tanti, ottant’anni. Avere ottant’anni sarà normale come averne trenta o cinquantasei. I capelli si porteranno grigi o rosa o blu. Sia a venti che a cento. Nel 2032 invecchiare sarà quello che è: uno sviluppo del crescere. Una continuazione», comincia così la prefazione del libro “2032: idee per la longevità”, firmata da Lidia Ravera. La scrittrice, insieme ad altri curatori del libro come il demografo Dott. Gianluigi Bovini e la Prof.ssa Flavia Franzoni (Comitato scientifico Iress), interverranno al Centro Malaguzzi il 5 febbraio. Come spiega nel libro Gianluigi Bovini, in Italia il picco di invecchiamento si manifesterà tra il 2045 e il 2050, quando si dovrebbe raggiungere una quota di persone in età superiore ai 64 anni vicina al 34% della popolazione complessiva. Insomma, entro i prossimi 30 anni, la condizione di anziano potrebbe riguardare più di un italiano...