L’AUSER IN EMILIA ROMAGNA RAGGIUNGE PER LA PRIMA VOLTA QUOTA 34.199 ISCRITTI

L’AUSER IN EMILIA ROMAGNA RAGGIUNGE PER LA PRIMA VOLTA QUOTA 34.199 ISCRITTI

Trentaquattromilacentonovantanove soci è il risultato del tesseramento di Auser Emilia Romagna nell’anno 2018. Si tratta del numero più alto di iscritti nella storia dell’associazione che, oltre all’importante dimensione economica legata al versamento del contributo annuo di 13 euro, rappresenta il riconoscimento del valore dell’attività dei nostri volontari e soci nel territorio regionale. In un momento nel quale il ruolo dei corpi intermedi e del Terzo settore viene sempre più spesso ingiustamente criticato e la solidarietà nei confronti dei più deboli sbeffeggiata, l’Auser pratica un’idea concreta di bene comune, fatto di servizi e opportunità ma soprattutto di relazioni umane attraverso il protagonismo delle persone anziane.  Sono più di 50 gli ambiti e le modalità con le quali l’associazione impegna i propri iscritti a sostegno dei bisogni e desideri delle persone anziane, dei bambini, dei migranti. Milioni sono i chilometri fatti con le nostre auto per accompagnare le persone ai servizi, così come le attività di volontariato nei musei, nelle scuole, nel verde pubblico.  Non solo, Auser si è impegnata in diverse iniziative a sostegno dei bisogni della parte più fragile della comunità a partire dalla campagna per l’installazione degli ascensori, dal titolo “L’ascensore è libertà” e il progetto Ausilio con Coop Alleanza 3.0. Abbiamo finanziato diversi progetti nelle scuole per il contrasto alla povertà educativa – “Diritti al futuro” – e con l’Anpi e l’Associazione dei Comuni Anci siamo coinvolti nella manutenzione dei monumenti partigiani in diverse località della Regione. Infine, abbiamo realizzato con lo Spi Cgil il libro “2032 la sfida della longevità” dove il tema dell’invecchiamento della popolazione viene raccontato, da diversi esperti, non solo come un problema ma anche come un’opportunità di crescita e sviluppo economico. Sostenere, partecipare alle attività dell’Auser non è solo utile per la comunità ma aiuta...

Progetto “IL PASSATEMPO”

IL PROGETTO Da febbraio 2019 prenderà il via il nuovo progetto Il PassaTempo: attività e laboratori gratuiti per adulti per trascorrere insieme del tempo, coltivare i propri passatempi e scoprirne nuovi in compagnia. COSA FAREMO Le attività si svolgeranno tutti i mercoledì presso il Centro Sociale “I Boschi” di Puianello (RE) e tutti gli incontri saranno gestiti da operatori e da volontari che si occuperanno anche del trasporto di chi è impossibilitato a muoversi autonomamente. In particolare, nei pomeriggi al centro sociale verranno organizzati laboratori, giochi, momenti in musica, spettacoli. Non mancheranno inoltre le uscite all’aperto e l’attività fisica “dolce” assieme a un esperto Uisp. Una volta al mese poi, le attività si terranno nella splendida cornice del Castelletto di Villa Arnò, sede dell’associazione Arte in Orto. Qui saranno proposte diverse iniziative legate al giardino, quali: visite guidate, passeggiate con degustazioni, atelier di lettura e poesia, lezioni tematiche e laboratori di semina. Inoltre, ciclicamente terremo anche momenti informativi sul benessere, sui corretti stili di vita e sulla sicurezza, rivolti a tutta la cittadinanza. COLLABORAZIONI E SOSTEGNO Questo progetto nasce da una collaborazione tra AIMA Reggio Emilia, Auser Reggio Emilia, l’Associazione Arte in Orto, la Banca del Tempo di Quattro Castella e il Centro Sociale i Boschi di Puianello. La sua realizzazione è resa possibile dalla collaborazione dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco sezione di Reggio Emilia, di Uisp Reggio Emilia, del Centro Sociale Ricreativo Sportivo di Montecavolo, del Centro Sociale Circolo Albinetano, del Centro Sociale I Giardini di Vezzano, di Albinea Insieme Casa Cervi Luigi e dell’Unione Colline Matildiche. Il progetto è stato finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi degli artt. 72 e 73 del D.Lgs. n. 117/2017, anno 2017. PER INFORMAZIONI...